Culture & Arte


Troverai in questa pagina tutti gli articoli del blog HomeTown della sezione Culture & Arte

Culture & Arte

Concentrati sulla prima edizione del Megève Savoy Truffle Festival

1 anno fa - Valérie D.

Cosa fare a Megève durante l'estate quando la neve si è sciolta? Le attività e il fascino del resort non mancano, come per l'offerta culturale, che è di una tale ricchezza che non permette di annoiarsi nemmeno un giorno, unita alle escursioni nella regione del Savoy Mont-Blanc. Se Megève è considerata come dal New York Times come una delle più belle destinazioni turistiche del mondo, è anche perché Megève è una città di cultura. Dal Megève Blues Festival agli Estivales de Megève e all'International Jazz Festival di Megève, i frequentatori del Resort Savoyard sanno che ogni anno possono trovare i loro eventi culturali preferiti, in un ambiente eccezionale nel cuore delle Alpi, ai piedi del Monte Bianco. Non contenta di una tale varietà di eventi culturali, Megève accoglie nell’estate 2018 la prima edizione del suo nuovo festival Savoy Truffle. I fan dei Beatles sanno che "Savoy Truffle" (come la canzone del famoso "White Album" del 1968) è l'idea di qualcosa di incredibilmente delizioso, che non ti permetterà di fermarti dal gustarlo. È con lo stesso desiderio che sembra essere stato immaginato il festival dallo stesso nome a Megève, dal momento che l'evento è multidisciplinare. Questo evento si svolgerà dal 17 agosto al 2 settembre 2018 a Megève. Questa edizione 2018 ospiterà per due settimane musica, cinema, letteratura e teatro, sotto il segno di un filo conduttore: il Pays de Savoie. La regione è un paradiso di tesori culturali, e Megève intende ricordarlo ai visitatori. In questo luogo si incontreranno, naturalmente, alcuni celebri membri del paese: il violinista Renaud Capuçon e lo scrittore Eric-Emmanuel Schmitt, tra i più illustri. Il Savoy Truffle Festival sarà anche l'occasione per vedere Savoy, che ha ospitato le scene più belle del cinema, quella che ha ispirato artisti locali, sportivi e scrittori. Un festival culturale a tutti gli effetti, ma accessibile a tutti, poiché non dimentica i bambini, con una parte del programma dedicata a loro. Il paese di Savoy sotto i riflettori I visitatori del paese non ignorano che Savoy è uno dei luoghi più importanti al mondo per l'arte barocca. La cosa più naturale quindi, è aprire il festival con un omaggio al famoso compositore Megevan Georg Muffat (1653-1704), allievo di Lully, amico di Corelli e ispiratore di Bach. Per questa grande apertura barocca, il suo Concerto sarà eseguito dall'Orchestra Barocca "Les Musicians du Louvre" e dal clavicembalista Rebecca Maurer. Lo spettatore appassionato di musica del Grand Siècle, potrà ascoltare anche opere di Gottlieb Muffat, Jean-Baptiste Lully e infine Elisabeth-Claude Jacquet de la Guerre. Questo concerto di apertura si terrà naturalmente nella chiesa di Saint-Jean Baptiste di Megève, che fa parte del circuito barocco di Savoy, e dove Muffat è stato battezzato. La regione non viene sicuramente lasciata a sé, musicalmente parlando, dal momento che tra i numerosi concerti che verranno offerti a Megève durante il suo festival di fine estate, si potrà, ad esempio, ascoltare l'orchestra fisarmonica di Savoy, l'Orchestra sinfonica delle Alpi, o anche l'Orchestre des Pays de Savoie. Il nuovo festival non dimentica di rendere omaggio alla bellezza e alla paradossale ospitalità delle sue montagne, attraverso una serie di appuntamenti intorno alla sua storia e identità. Le conferenze "Tartufi Parlanti" saranno l'occasione delle interviste con i Savoyards Sylvain Saudan, alpinista, e lo storico Gabriel Grandjacques. Il primo, sciatore dell'impossibile, che prenderà parte alla proiezione del suo film "The List" sul tema "La montagna estrema", mentre il secondo tornerà sul suo libro "La Montage-refuge", che ripercorre la storia di queste famiglie che hanno trovato rifugio in particolare a Megève durante la seconda guerra mondiale. Le montagne di Savoy, decisamente ispiranti, saranno ricordate da proiezioni cinematografiche girate nella regione stesse durante questi ultimi anni. Il Megève Savoy Truffle permetterà agli spettatori di vedere sul grande schermo il classico di Visconti; Le Guépard (1963), che narra l'epopea del duca di Savoia che divenne re dell'Italia riunificata. Le Alpi sul film, sono anche l'occasione per assaporare le belle immagini di Johnny Halliday nel "Salaud, on t’aime" (2014) di Claude Lelouch, filmato in Praz-sur-Arly. Personalità locali conosciute a livello nazionale e internazionale Sul palco del Megève Savoy Truffle Festival, non è sorprendente trovare illustri "locali, celebri sul palcoscenico". Per questa prima edizione, lo scrittore Eric-Emmanuel Schmitt e il musicista Renaud Capuçon faranno di Megève l'onore della loro presenza. Impossibile realizzare un festival dedicato alle pepite culturali del Paese sabaudo senza la presenza di uno dei due illustri fratelli Capuçon, nato a Chambéry. È quindi il violinista dei fratelli, Renaud Capuçon, che si esibirà con il suo pianista Guillaume Bellom, Bach, Ravel, Strauss e una sonata di Claude Debussy, che celebrerà il 155° anniversario della sua nascita. Nato nel Rodano, cresciuto in Savoia, docente di filosofia all'Università della Savoia, Eric-Emmanuel Schmitt vive ai piedi del Monte Bianco. Il Prix Goncourt 2010 ha dato voce al suo lavoro, "Concerto in memoria di un angelo" (che termina nel lago di Annecy). Savoia forever, racconta il destino di un pianista geloso e orgoglioso che deve scegliere la gloria o l'amicizia del collega violinista. Lo scrittore savoiardo sarà presente accanto a David Robert Coleman, direttore d'orchestra e compositore alla Staatsoper di Berlino, e Maximilian Simon, violinista, per un'intervista sul rapporto tra letteratura e musica. Un festival per tutta la famiglia Il programma del festival di Megevan è di alto livello e sicuramente non dimentica nessuno, poiché anche i bambini troveranno il loro passatempo. Gli organizzatori hanno pensato che potresti stare con la famiglia a Megève quest'estate e per permetterti di farlo, creare un "angolo bambini". Questo spazio dedicato a bambini da 5 anni e oltre, offrirà intrattenimento e attività culturali tutte le sere dalle 18:30 alle 21h, durante tutto il festival. Mentre i genitori potranno godersi serenamente il loro concerto serale, il programma giovanile permetterà ai giovani di scoprire spettacoli o animazioni pensati per loro. Nel menu: teatro con la compagnia di Pierre Caillou, la Compagnie du Corbeau, musica con il quintetto Geneva, o il workshop "Neither hedgehog nor doormat" in collaborazione con Graines de Paix, che offre soluzioni educative per i giovani. Nota che l'angolo "per bambini" è gratuito per i possessori di un pass festival e costa (10€) per gli altri. Dopo lo spettacolo o il seminario, i bambini saranno tenuti e curati fino alla fine dell'evento sul palco principale. Insomma, partecipare a uno spettacolo a Megève quest'estate, per adulti e bambini, non dovrebbe essere un problema. La regione del Mont-Blanc, che è già piena di eventi culturali di qualità, ha appena acquisito un nuovo festival che ben presto dovrebbe diventare celebre per il Mont d'Arbois e Mont Joly.

Leggi di più
Concentrati sulla prima edizione del Megève Savoy Truffle Festival

Concentrati sulla prima edizione del Megève Savoy Truffle Festival